Certificati di Qualità

La Casa di Cura è certificata ISO 9001: 2015 per le seguenti attività:
– erogazione di servizi di diagnosi e cura in regime di ricovero ordinario o di urgenza e/o a ciclo diurno nelle unità funzionali di chirurgia, ginecologia, otorinolaringolatria, oculistica, ortopedia, urologia, medicina con annessa terapia intensiva, nefrologia con annessa dialisi extracorporea da corsia
– trattamenti ambulatoriali di chirurgia, ginecologia, oculistica, otorinolaringolatria, ortopedia, fisiokinesiterapia, urologia, cardiologia, radiologia e analisi di laboratorio.

CERTIFICAZIONE DI QUALITÀ ISO 9001: 2015 Clicchi qui per visualizzare il certificato.


Rapporto sorveglianza sistema qualità Dicembre 2019, integrazione con il Governo del Rischio Clinico:

Il Risk Manager, sentita la Direzione Strategica della Casa di Cura, ritiene – per trasparenza – utile pubblicare, il Rapporto di Sorveglianza del Sistema Qualità UNI EN ISO 9001 ed 15, redatto in data 11.12.2019, dai Verificatori dell’Ente di Certificazione SGS con l’obiettivo di determinare la conformità del sistema di gestione, o di sue parti, con criteri di audit e:
– la sua capacità di assicurare il rispetto dei requisiti legali, regolamentari e contrattuali;
– la sua efficacia per assicurare il ragionevole raggiungimento degli obiettivi stabiliti;
– la sua capacità di identificare aree di potenziale miglioramento.

Le conclusioni del Gruppo di Audit (GA) sono state oltremodo lusinghiere, Difatti, il GA ha confermato che l’Organizzazione ha stabilito e mantenuto il sistema di gestione in conformità con quanto richiesto dalla norma(e) e dimostrato la capacità del sistema di raggiungere sistematicamente i requisiti definiti per i prodotti/servizi in linea con lo scopo e gli obiettivi/politica dell’Organizzazione stessa. Non sono state elevate alcuna non conformità. In base ai risultati dell’Audit e allo stato di sviluppo e maturità dimostrato dal sistema, il Gruppo di Audit ha proposto, quindi che la certificazione del sistema di gestione sia Confermata.

Il GA ha enunciato quattro osservazioni:

1. E’ opportuno conservare sommaria registrazione degli Incontri con il personale per l’analisi delle necessità formative, nonché del periodo di affiancamento per i nuovi assunti.
Nell’ambito del Sistema del Modello di Gestione, Organizzazione e Controllo D.Lgs 231/2001 sono già previste procedure specifiche per la valutazione del personale da assumere e di formazione ed informazione del personale neo-assunto. L’A.Q., d’intesa con la Funzione Compliance Normativa della Capo Gruppo. provvederà a recepire in una Istruzione Operativa tale pianificazione rendendola parte integrante del Manuale della Qualità.

2. Si raccomanda di prevedere, in magazzino farmaci, separazione dei farmaci potenzialmente ad alto rischio.
L’Armadio Farmaceutico della Casa di Cura è già organizzato in base alle indicazioni Ministeriali. Sarà cura della Direzione Sanitaria, d’intesa con il Risk Manager per la Gestione del Rischio Clinico per la Sicurezza dei Pazienti, di dare maggiore incisività alla Raccomandazione Ministeriale per la PREVENZIONE DELLA MORTE, COMA o GRAVE DANNO DERIVATI DA ERRORI IN TERAPIA FARMACOLOGICA (emessa dal Dipartimento della Qualità Direzione Generale della Programmazione Sanitaria, dei Livelli di Assistenza e del principi Etici di Sistema – UFFICIO III -) in merito alla conservazione dei farmaci antiblastici, implementando delle aree specifiche per la loro custodia in luogo di armadi attrezzati.

3. Il logo di certificazione viene sporadicamente utilizzato in modo difforme da quanto espresso in GUM in rev. 4.
Su tale rilievo, il nostro A.Q., il Dottore Antonio Musella, metterà in atto meccanismi di miglioramento promulgando agli Operatori interessati un vademecum esplicativo.

4. E’ migliorabile il dettaglio degli indicatori di “performance” riferiti ai Processi di Diagnosi e Cura
Nel merito si precisa che la Struttura elabora diversi indicatori ministeriali quali-quantitativi, che possiamo sicuramente ampliare sotto il profilo clinico con il coinvolgimento dei Medici Responsabili delle Unità Funzionali.

Il Risk Manager, prende l’impegno di aggiornare l’Utenza sull’evoluzione delle dinamiche implementate ricordando il contatto su mail dedicata: riskmanager.hci@hcitalia.it

Al fine della comunicazione si allegano i seguenti documenti: del Management System Certification Rapporto di Audit Organizzazione: CASA DI CURA “Villa dei Fiori” S.r.l (RAP 22 – IT0071_V2) e la Raccomandazione Ministeriale Farmaci 2008
I documenti sono visualizzabili cliccando sui rispettivi link multimediali.